Porte aperte alla Grafologia in azienda

 

 

Negli ultimi anni sono in aumento le aziende che sperimentano l’efficacia della Grafologia per selezione del personale, assessment, outplacement, leadership, gestione dei team di lavoro, comunicazione. Nonostante ciò, questa scienza ha ancora bisogno di essere valorizzata e “spinta” ad affermarsi nel mondo delle imprese, e sono ancora pochissimi i Grafologi attivamente coinvolti nell’ambito delle Risorse Umane.

I campi di applicazione della grafologia nella gestione del personale sono infiniti e perfettamente aderenti alle necessità aziendali. Resta comunque indispensabile tararsi sempre meglio sulle richieste del mondo del lavoro, sia contenendo i costi dei compensi, sia rispondendo in modo rapido e concreto alle necessità del settore.

Così come stanno cambiando i riferimenti sociali e culturali, così inevitabilmente si sta evolvendo e “fluidificando” il mondo del lavoro: a maggior ragione i consulenti grafologi che propongono un servizio devono adottare modalità di risposta e di scambio più immediate e concrete.

Per queste ragioni il metodo AGILE, che ho assemblato per la mia consulenza grafologica nelle aziende, non corrisponde in modo canonico alle direttive “classiche” di redazione di un’analisi grafologica. Nella mia esperienza mi sono resa conto che la redazione di analisi grafologiche complete e “tradizionali” non avrebbero risposto alle necessità aziendali: per i tempi, i numeri di applicazione e i costi non adeguati ai budget.

Quindi ho reso più “interattiva” e rapida la risposta grafologica, in uno scambio relazionale che può essere registrato dalla persona interessata tramite cellulare o pc, ma che mi permette di massimizzare il risultato contenendo i costi per l’azienda.

Il mio background mi ha sicuramente aiutato: dopo 12 anni di Azienda nel settore delle Risorse Umane, tra ruoli di Ricerca e Selezione, Formazione, Outplacement, e Responsabile del Personale sono riuscita ad avere una panoramica abbastanza ampia del bacino di utenza che può essere interessato all’applicazione della Grafologia nel mondo del lavoro.

Ritengo però, ad oggi, che la vera forza di questa disciplina si manifesti attraverso la consulenza di un Grafologo esterno alla realtà aziendale analizzata. L’implicazione professionale ed emotiva che un collega “interno” può rappresentare nel proporre un’analisi grafologica è, infatti, abbastanza intuitivo.

La maggiore difficoltà che ho trovato nel corso degli anni è stata proprio quella di riuscire ad “entrare” nell’azienda per proporre il servizio e la consulenza grafologica, facendone comprendere il potenziale, la pragmaticità dello strumento ed al contempo, rimuovendo la diffidenza e la confusione che spesso accompagna la nostra professione.

Nello spazio del mio blog racconterò nei prossimi post alcuni casi concreti in cui l’azienda ha aperto le sue porte alla Grafologia. Li ho vissuti in diverse realtà aziendali come consulente grafologa, e li racconto nella speranza siano utili a motivare chi, tra i miei colleghi, voglia intraprendere questa scelta professionale di campo, consapevole che i sistemi e metodi raccontati sono migliorabili e perfezionabili.

Alla prossima lettura.

Beatrice Angeloni