Lo sviluppo del potenziale con la Grafologia

Lo sviluppo del potenziale con la Grafologia

La Grafologia costituisce lo strumento principe per indagare il potenziale dell’individuo.

L’individuo che scrive traccia inconsapevolmente e simbolicamente le sue caratteristiche intellettive e temperamentali sulla carta. E proprio in questa inconsapevolezza riesce ad esprimere se stesso in modo del tutto spontaneo e scevro da qualsiasi condizionamento sociale o relazionale.

Difficilmente si riesce a trovare un metodo di interpretazione della personalità così rapido e “diretto”:  nella scrittura possiamo andare ad indagare aspetti della personalità o aspetti intellettivi specifici e peculiari.

Non esistono due scritture identiche; o meglio, come sappiamo da una delle leggi fondamentali della perizia grafica,  due scritture identiche sono sicuramente false. Ecco allora la diretta conseguenza di questo assunto:  se non esistono due scritture completamente identiche, non esistono nemmeno due personalità identiche. Le mille sfaccettature, la nostra storia, la nostra indole ed il nostro potenziale ci rendono creature uniche.

Se questa “originalità” la cerchiamo nella prospettiva dello sviluppo del nostro potenziale ecco che restringiamo drasticamente il punto di osservazione di tutto il  contesto di personalità che ci sia presenta affrontando un’analisi grafologica.

La Passione Predominante

Contestualmente sappiamo che lo sviluppo del potenziale può mostrarsi in tanti e tali contesti o aspetti e sfaccettature che dobbiamo valutare, all’interno della scrittura, quale sia la passione predominante e quali risorse di quel particolare individuo possono concorrere a far emergere questo potenziale.

L’analisi grafologica ci permette di avere una visione di insieme dentro cui far convergere gli elementi caratteriali ed intellettivi che guidano quell’individuo.

La Grafologia in azienda

Nel lavoro di Consulente Grafologa Aziendale mi trovo ad inserirmi sia in contesti di grandi dimensioni, come le Multinazionali, sia in aziende di medie dimensioni, fino agli studi professionali.

In tutti e tre i casi il fattore umano è fondamentale ed imprescindibile: la Gestione delle Risorse Umane risulta quindi un settore cardine per far funzionare un’azienda a qualsiasi livello.

L’individuo e la sua relazione con gli altri sono la base dello sviluppo dell’umanità: riportando nella dimensione micro questo sviluppo nel settore professionale possiamo analizzare e ricercare nel potenziale del singolo e nel potenziale del gruppo le base della riuscita di un’impresa.