La Grafologia nelle Organizzazioni Multinazionali

Come consulente grafologa esperta in ambito professionale sono chiamata da aziende di piccole, medie e grandi dimensioni, fino alle multinazionali, per affiancare il settore Risorse Umane nei percorsi di Sviluppo Manageriale.

Premesso che ogni azienda ha le sue peculiarità ed esigenze, tutto ciò che riguarda la gestione e lo sviluppo delle persone ha le stesse caratteristiche, in particolare nelle organizzazioni che producono prodotti e servizi. Simili, quindi, sono anche le aspettative che riguardano la grafologia come supporto al raggiungimento degli obiettivi nelle fasi della selezione del personale o dell’assessment o del ricollocamento professionale, per fare alcuni esempi di intervento.

Negli anni ho affinato e rodato un sistema che mi ha permesso, grazie alla Grafologia, di rispondere alle loro priorità: rapidità e concretezza dei risultati. Queste caratteristiche mi hanno ispirato per progettare e realizzare percorsi di formazione e sviluppo manageriale dedicati alle grandi organizzazioni, comprese le multinazionali.

 

Caratteristiche di un intervento di Analisi Grafologica per grandi aziende

Ecco un caso concreto della mia consulenza nelle aziende di grandi dimensioni. Solitamente il mio intervento si inserisce in un percorso formativo e di sviluppo manageriale (erogato dalla società di consulenza esterna con cui collaboro da anni) per un arco temporale di circa 2 anni. La mia consulenza Grafologica-Professionale è pianificata durante le cosiddette settimane “Healty” per i dipendenti, in interventi di circa 2 giornate ciascuno, e a distanza di un anno l’uno dall’altro. Sono chiamata a intervenire in precisi e determinati momenti topici che prevedono l’approfondimento e l’ispezione della sfera personale e intellettiva, solitamente di figure dirigenziali o di high management. 

La mia restituzione è solitamente personale e privata per ogni partecipante, per poi concludere, in aula ed in forma plenaria, con considerazioni sul team, sulle relazioni e sul clima aziendale.

La mia consulenza attraverso l’analisi grafologica avviene, concretamente, all’interno della struttura aziendale, durante il percorso formativo – di assessment, in uno scambio privato con ciascun Manager, in un’analisi grafologica “all’impronta”.

So bene che la Grafologia “pura” richiederebbe un’analisi scritta, ampia e lungamente ragionata, ma ho toccato con mano quanto questa visione, sicuramente più purista, non sia applicabile al mondo aziendale che vuole risposte rapide e pragmatiche alle problematiche del personale.

Ecco perché ho creato un “metodo”, più immediato ma meno “ragionato”, che mi porta ad interagire e a rilasciare un’analisi grafologica in uno scambio immediato e di colloquio privato di massimo mezz’ora ciascuno. A monte del colloquio vi è sempre un “patto di segretezza”: come consulente esterno il mio intervento rimane segreto e con il solo obiettivo della presa di coscienza personale di chi ho di fronte. Non vi è, in questo specifico intervento di consulenza grafologico, alcun fine aziendale, né di valutazione, né di successivo report. Solo in questo modo riesco a vedere una genuina partecipazione del Manager che ho di fronte.

In ogni incontro specifico, infatti, che tutto quello che verrà detto non verrà condiviso con nessun referente aziendale: lo scopo dell’incontro grafologico non deve avere alcuna valenza di giudizio o di valutazione delle performance aziendali ma deve essere semplicemente uno strumento che l’azienda vuole “regalare” al manager per comprendere se stesso e capire quali sono le vere istanze.
Questo tipo di esperienza aziendale raggiunge il massimo potenziale quando vi è una reale apertura e fiducia sull’imparzialità del grafologo da parte di chi sta ricevendo la sua analisi grafologica. 

Alla prossima lettura.

Beatrice Angeloni